MICHAEL CHABON risponde alle domande sull'ultimo episodio di STAR TREK: PICARD e parla della seconda stagione

Michael Chabon, lo showrunner della prima stagione di Star Trek: Picard, non disdegna interagire con il pubblico. Da quando è iniziata la serie, ormai 10 settimane fa, risponde alle domande che i fan gli pongono principalmente via Instagram e svela dettagli che arricchiscono e spiegano momenti della trama.
Ora che la prima stagione di Picard è giunta al termine, ecco le spiegazioni offerte da Chabon su moltissimi aspetti che hanno fatto discutere i fan.
Se volete leggere le spiegazioni di Chabon già fornite fino ad ora, potete trovarle negli articoli sotto riportati. Per leggerle cliccate sul titolo dell'articolo.

Michael Chabon, lo showrunner di STAR TREK: PICARD, risponde alle domande scomode dei fan
Michael Chabon, lo showrunner di STAR TREK: PICARD, risponde alle domande scomode dei fan, di nuovo!
Michael Chabon, lo showrunner di STAR TREK: PICARD, continua a rispondere alle domande scomode


Di seguito le domande più scottanti e le relative risposte, principalmente dedicate agli eventi del finale di stagione intitolato Et In Arcadia Ego, parte 2.
---
Ma prima una domanda su un aspetto che in Italia si è percepito poco. Raffi chiama continuamente Jean-Luc Picard con il nomignolo "JL". In Italiano è stato tradotto con "Jean-Luc", facendo percepire molto meno il legame che unisce i due personaggi, tuttavia...

D: Non è troppo informale chiamare Picard "JL", dov'è il rispetto?
CHABON: L'adesione a un rigoroso protocollo militare in un contesto non militare non è forse un eccesso di rispetto al limite del sacrale? Ad ogni modo, Raffi ha un modo tutto suo di rapportarsi con le persone a cui tiene di più.

Questi i quesiti sul nuovo corpo di Jean-Luc Picard.

D: Picard è infastidito dall'essere in un corpo di sintetico, considerando il suo passato come ex-Borg? Il nuovo corpo è organico al 100%?
CHABON: È probabile, molto probabile, che si senta liberato dal peso di essere stato un Borg, poiché il suo nuovo corpo non è mai stato violato o convertito in drone. E sì, il suo corpo è stato coltivato e cresciuto organicamente.
D: La serie affronterà le implicazioni filosofiche della resurrezione di Picard come sintetico?
CHABON: Lo farà eccome.

D: Ci saranno delle problematiche sociali ora che si può imbrogliare la morte con un corpo robotico?
CHABON: Diavolo, si!

D: Il nuovo corpo ha ancora il cuore artificiale che aveva Picard?
CHABON: No. Lo hanno avvolto in fazzoletto e Picard lo sta portando a casa. Diventerà un giocattolo da mordere per Numero Uno.

D: Hanno dato a Picard qualche anno di vita in più senza dirglielo?
CHABON : È un'ipotesi. Diciamo che il suo "chilometraggio" può essere variato.

D: Avevate mai pensato di mostrare a Picard il suo vecchio corpo inerme?
CHABON: No, ma sarebbe stato interessante!

D: Altan Inigo Soong può costruirsi un altro corpo sintetico?
CHABON: Probabilmente.

Ora parliamo dell'addio di Data.

D: Data è stato effettivamente cancellato quando la simulazione è stata disattivata o è stato semplicemente messo in pausa?
CHABON: Data è andato. Questo è quello che voleva.
D: Perché Data non dovrebbe tornare come ha fatto Picard, almeno per un po'?
CHABON: Data si sentiva pronto per andarsene.

D: Perché Data è invecchiato così rapidamente quando è morto?
CHABON: È ciò che voleva, invecchiare, ed è come l'ha sempre immaginato. Forse ha anche vissuto il passaggio di molti anni in pochi secondi.

Scopriamo qualche dettaglio in più su Riker e la flotta della Federazione Unita dei Pianeti.

D: Riker ha lasciato il comando della USS Titan? O la USS Zheng He era diventata la sua nave già da prima?
CHABON: Riker era in pensione. Ricordate il figlio malato? Nepenthe? La Zheng He è una nave nuova di zecca.
D: Di che classe è la USS Zheng He?
CHABON: Classe Curiosity.

D: Perché Riker non è arrivato con la USS Titan?
CHABON: Supponendo che la Titan sia ancora in servizio - cosa altamente probabile e ragionevole - sono passati ormai 10 anni da quando lui l'ha lasciata. Ormai è storia passata. La Titan ora sarà da qualche parte nella galassia ad esplorare strani nuovi mondi, cercando nuove forme di vita, eccetera... La classe Curiosity era appena uscita dai cantieri. Nuovo equipaggio e pronta a partire.

D: Perché nella flotta si è vista solo una classe di navi della Federazione?
CHABON: Credo, ma devo ancora avere una conferma, che in realtà ci siano quattro classi distinte [n.d.r: precedentemente Chabon aveva dichiarato che se ne vedevano solo due].
D: La nave ammiraglia su cui era Riker non era l'Enterprise. Vuol dire che non ci sono più navi chiamate Enterprise??
CHABON: Assolutamente no!

D: Perché la Flotta Stellare ha così tante navi della stessa classe? Non ne ha altre?
CHABON: Sarebbe strano e senza precedenti, se non le avesse.

Qualche dettaglio su linee narrative lasciate aperte.

D: Che fine ha fatto Narek?
CHABON: Sì. Narek. Lo sappiamo, lo sappiamo. Una vittima del montaggio, ahimè. L'intenzione era che fosse preso in custodia dalla Federazione.
D: E gli ex-Borg?
CHABON: Abbiamo girato una scena che mostrava Ramdha e altri ex-Borg ​​che iniziavano a formare una sorta di comunità con i sintetici, sotto l'egida di Soong. Alla fine non siamo riusciti a trovare un momento in cui funzionasse farlo vedere e abbiamo pensato che tagliare la scena non avrebbe fatto troppo male. Forse abbiamo sbagliato!

D: La scena finale tra Sette e Raffi era "romantica"? C'è stato qualcosa che non abbiamo visto?
CHABON: Ad entrambe le domande: apparentemente sì!
D: Quanto tempo è passato tra la risurrezione di Picard e la scena finale?
CHABON: Abbastanza da sistemare tutte le faccende lasciate in sospeso, come il recupero e reinserimento degli ex-Borg, la nascita della relazione tra Raffi e Sette, la Jurati che assume un avvocato...

D: Perché Maddox, su Freecloud, ha detto che il suo laboratorio è stato distrutto. Perché la bugia?
CHABON: Freecloud è da dove Dahj e Soji sono partite. E' da lì che - in un laboratorio finanziato da Bjayzl in cambio di un lavoro non specificato che stava facendo per lei - Maddox le ha riprogrammate e inviate nelle rispettive missioni.

D: E' stata una eco di Data presente in Dahj a farle cercare Picard in caso di bisogno?
CHABON: No, faceva parte della programmazione installata da Bruce Maddox. Era una sorta di "rompere il vetro in caso di emergenza".

D: Soji ha capito che stava per causare il genocidio di miliardi di esseri viventi?
CHABON: Penso che abbia faticato a capirlo. La sua vera coscienza è nuova e ancora da plasmare; se da una parte è incredibilmente sofisticata, d'altra parte ha ancora un sacco di strada da fare; inoltre ha subito da poco dei dolorosi traumi.
D: Cosa hanno pensato i sintetici super evoluti quando il segnale del radio faro si è interrotto bruscamente?
CHABON: Chi lo sa? Magari dopo 200.000 anni non sono nemmeno tanto evoluti. Forse si sono devoluti.

D: I sintetici super evoluti sono una minaccia solo se chiamati tramite il radio faro?
CHABON: Sono davvero una minaccia? Chi ha ragione? I sintetici o i Romulani? Cosa succede quando confondiamo la nostra interpretazione dei fatti per i fatti stessi?

D: Qualche curiosità dalla "Bibbia degli autori" sulla vita sintetica intergalattica, le loro origini, eccetera?
CHABON: Nelle prime bozze, chiamavamo la loro alleanza "Alterità" ["Alterity" in lingua originale]. Ora è solo il modo in cui li chiamo io.

D: Se il radio faro non fosse stato distrutto, cosa ne sarebbe uscito? Ne avete discusso in modo approfondito?
CHABON: No. Quando abbiamo visto il lavoro fatto dal supervisore degli effetti visivi, Jason Zimmerman, siamo rimasti subito soddisfatti! Se invece ti riferisci ai due farabutti tentacolari, allora, ne abbiamo parlato molto. Ho preso un sacco di appunti. A un certo punto ce ne erano davvero molti, in un altro momento, nessuno.
D: Ciò che ha richiamato il radio faro era ispirato all'orrore cosmico di H.P. Lovecraft?
CHABON: C'è sicuramente una strisciante presenza degli Antichi nell'aria!

D: I sintetici super evoluti sono gli stessi che hanno alterato una sonda nell'episodio "Luce e tenebre" di Star Trek: Discovery?
CHABON: Se così fosse, sarebbe una sorpresa anche per me. [n.d.r: precedentemente Chabon aveva dichiarato che gli effetti visivi erano gli stessi leggermente rimaneggiati].

D: I tentacoli robotici sono quelli della sonda alterata vista in Star Trek: Discovery ?
CHABON: Non a livello narrativo.

Parliamo dei Romulani.

D: In che modo la Zhat Vash ha avuto accesso agli androidi nei cantieri navali di Utopia Planitia?
CHABON: Il capo della Sicurezza della Flotta Stellare, il Commodoro Oh, era una talpa della Zhat Vash!

D: Oh è metà Vulcaniana e metà Romulana?
CHABON: Sì. I suoi genitori erano sostenitori della riunificazione, o almeno era quello che sua madre Romulana voleva che lei credesse. [n.d.r: precedentemente Chabon aveva dichiarato che Oh era solo Romulana].
D: Cosa è accaduto prima, l'Ammonimento o la profezia delle monache di cui parlava Narek? Come sono collegate le due cose?
CHABON: L'Ammonimento è stato attivato centinaia di secoli prima che la civiltà Romulana nascesse. Se i Romulani non l'avessero trovato, la loro storia sarebbe stata molto diversa. La loro mitologia del Gamadan gli ha fornito un contesto per interpretare l'Ammonimento.

D: La Sezione 31 sapeva dell'esistenza della Zhat Vash? Se ne è mai preoccupata?
CHABON: La Sezione 31 mi è sempre sembrata troppo concentrata su se stessa per essere davvero utile.

E ora qualche indizio sulla prossima stagione di Star Trek: Picard.

D: La seconda stagione approfondirà la missione di salvataggio dei Romulani abbandonata anni prima dalla Federazione?
CHABON: In un certo senso.

D: La dottoressa Jurati sembra andar via impunita per l'omicidio di Bruce Maddox. Non doveva essere arrestata?
CHABON: In tutta onestà, non ha ancora avuto la possibilità di consegnarsi.

D: La Dottoressa Jurati verrà punita per l'omicidio di Maddox?
CHABON: Si metterà nelle mani della legge.

D: Ci saranno proteste da parte dei cittadini della Federazione per la rimozione del bando sui sintetici? 
CHABON: Certo, ma si spera che saranno in grado di riconoscere i propri errori e di porvi rimedio. Molti cittadini, invece, si comporteranno in maniera illuminata.

D: Come ha intenzione di agire la Federazione nei confronti di Oh? Di sicuro il governo Romulano non può passarla liscia.
CHABON: Perché tanta rabbia? La Federazione non è Dio.

D: La relazione tra Sette e Raffi verrà approfondita nella seconda stagione?
CHABON: Sì.

D: Quindi Sette farà parte dell'equipaggio nella prossima stagione?
CHABON: Vorrei dire di sì, ma ci sono certe persone [alla CBS] che mi dicono di non dirlo. Quindi la mia risposta è "no".

D: Sette fa parte dell'equipaggio, adesso?
CHABON: Non abbiamo un vero e proprio equipaggio. Abbiamo un gruppo di personaggi.
D: Vedremo Laris nella seconda stagione?
CHABON: Certamente.

D: Laris e Zhaban si uniranno all'equipaggio nella seconda stagione? Vogliamo rivederli!
CHABON: Anche noi! Davvero.

D: Vorremmo vedere dei cameo di personaggi di The Next Generation, Deep Space Nine e Voyager nella seconda stagione. Magari Janeway!
CHABON: Lo so, lo so!

D: Se potesse portare due personaggi di Deep Space Nine a bordo de La Sirena quali sceglierebbe? 
CHABON: Mi piacerebbero Garak e Bashir. Deve essere divertente uscire a cena con loro!

D: C'è qualche possibilità di vedere degli Andoriani nella seconda stagione?
CHABON: Chi non ama gli Andoriani?

D: Escludendo ritardi dovuti al Coronavirus, quando sarebbero dovute iniziare le riprese della seconda stagione? 
CHABON: Prima del Coronavirus, doveva essere a metà 2020.
Per finire, lasciamo per un attimo Star Trek: Picard e parliamo del futuro cinematografico di Star Trek.

D: Ha idea di cosa ci aspetta riguardo ai film di Star Trek? 
CHABON: Sì, ho qualche indizio.
---
Se volete leggere le risposte di Chabon a tanti altri quesiti sulla prima stagione di Star Trek: Picard cliccate sul titolo degli articoli sotto riportati.

Michael Chabon, lo showrunner di STAR TREK: PICARD, risponde alle domande scomode dei fan
Michael Chabon, lo showrunner di STAR TREK: PICARD, risponde alle domande scomode dei fan, di nuovo!
Michael Chabon, lo showrunner di STAR TREK: PICARD, continua a rispondere alle domande scomode