DIARIO DEL CAPITANO - William Shatner, in auto-isolamento a Los Angeles, condivide momenti della sua giornata

William Shatner, l'interprete del primo storico Capitano Kirk, si trova in auto-isolamento preventivo a causa del Coronavirus. Oggi 89enne (è nato il 22 marzo del 1931), il Capitano ha condiviso sul profilo Twitter vari momenti delle sue giornate sotto forma di Diario di bordo in perfetto stile Star Trek.
Ecco di seguito i suoi tweet, a partire dal primo giorno di auto isolamento, il 18 marzo scorso, e relative traduzioni.


Diario del Capitano: Data Astrale 1 dell’auto-isolamento. Dopo essere arrivato al Pianeta Casa sono stato accolto calorosamente dagli Ambasciatori Espresso & Macchiato [n.d.r.: sono i cani di Shatner]. Non vedo l’ora di concedermi la mia programmata pausa dai normali compiti. Kirk chiude.

Il giorno successivo l’interprete del Capitano Kirk ha condiviso questo messaggio:


Diario del Capitano: Supplemento. Mentre riflettevo sulle mie esperienze dell’ultima settimana voglio mandare il mio amore, i miei ringraziamenti e rispetto nei confronti di chi in Europa è venuto a vedermi. Per quelle apparizioni cancellate cercherò di capire se potrò tornare in quei luoghi prima o poi.
Nel frattempo continuano le avventure degli ambasciatori Espresso & Macchiato:


Diario del Capitano: Data Astrale 2 dell’auto-isolamento. Gli Ambasciatori Macchiato & Espresso hanno esplorato un nuovo territorio chiamato Sotto-il-letto portandomi tributi di calzini perduti e altri oggetti nel tentativo di ottenere la mia attenzione & adorazione.
Diario del Capitano: Data Astrale 3 di auto-isolamento. Gli ambasciatori Macchiato & Espresso sono stati banditi nella colonia penale sul retro per aver masticato la borsa in pelle della missione. Ho dovuto avventurarmi nella colonia-ufficio per recuperare degli oggetti necessari alla celebrazione lunga un mese chiamata Blocco-totale-a-Los-Angeles. Seguirà aggiornamento.
Diario del Capitano: Data Astrale 4 dell'auto-isolamento. E' il secondo giorno del Blocco-totale-a-Los-Angeles. Gli ambasciatori si sono abituati alla mia presenza aliena. Ormai, per loro, sono interessante come può esserlo una sedia. Sono usciti a difendere i confini dall'invasione degli scoiattoli. Ho dovuto forzatamente razionare il mio cioccolato e i miei drink.
Riguardo alle scorte di cibo, William Shatner puntualizza:
Speravo che le mie scorte potessero durare per tutto l'isolamento, ma considerando che ora sono a casa il doppio del tempo temo che le mie riserve possano non durare fino al ritorno dell'Enterprise per il rifornimento. In ogni caso lo spirito è alto e ci sono un sacco di cose da fare per passare il tempo.
Rimaniamo in attesa di ulteriori aggiornamenti dal Capitano Kirk e dagli ambasciatori Espresso & Macchiato.